Il vento

In atmosfera il vento è la risultante del complesso equilibrio tra tre tipologie di forze: le forze legate ai In atmosfera il vento è la risultante del complesso equilibrio tra tre tipologie di forze: le forze legate ai gradienti di pressione (che sono strettamente associati ai gradienti di temperatura e al riscaldamento della superficie terrestre da parte della radiazione solare), le forze di attrito legate ai processi di dissipazione e la forza di Coriolis (associata al moto di rotazione terrestre).

In particolare l’effetto dell’attrito è molto rilevante nel primo strato di atmosfera a causa della rugosità della superficie terrestre. Questo strato, detto “strato limite atmosferico”, è il più turbolento e quello che risente più direttamente anche del riscaldamento della superficie terrestre. Nella parte inferiore dello strato limite la velocità media del vento tipicamente aumenta con l’altezza, seguendo approssimativamente un profilo logaritmico.

Un territorio montuoso come quello del Trentino è caratterizzato da sistemi periodici di venti locali, che dipendono dalla presenza di solchi vallivi e rilievi montuosi e di laghi, e sono particolarmente sviluppati nella stagione calda. Al contrario, nei mesi più freddi il regime dei venti è maggiormente influenzato da circolazioni atmosferiche con scale spaziali più ampie (ad esempio, gli episodi di vento intenso detto “foehn”).