Come è stato realizzato l'Atlante Solare

L’Atlante Solare del Trentino è stato realizzato sulla base delle osservazioni di radiazione globale provenienti da stazioni radiometriche selezionate. Tali dati sono stati accuratamente validati e analizzati, ed eventuali dati giornalieri mancanti sono stati stimati grazie al database satellitare HelioMont. Infine sono stati calcolati i valori medi mensili di radiazione globale giornaliera per ogni stazione. 


Il modello di radiazione r.sun del Sistema Informativo Geografico GRASS è stato utilizzato per stimare la radiazione massima teoricamente disponibile in condizioni di cielo perfettamente sereno sulla base di un modello digitale del terreno, con una risoluzione di 200 metri. I valori teorici stimati presso le stazioni sono stati utilizzati per il calcolo dei valori medi mensili di clear-sky index (indice di cielo sereno), ovvero il rapporto tra la radiazione media mensile misurata e quella massima determinata grazie al modello. 


Il metodo di interpolazione geostatistica detto residual Kriging è stato utilizzato per la mappatura degli indici di cielo sereno sull’intero territorio trentino per ogni mese dell’anno. Queste mappe sono state moltiplicate per le mappe di radiazione massima teorica, in modo da ottenere 12 mappe di radiazione globale media mensile e una mappa di radiazione globale media annuale

Una procedura di validazione incrociata ha permesso di stimare l’errore medio commesso nella mappatura della radiazione globale, risultato pari a circa il 5%, con valori più elevati nei mesi invernali e più ridotti in quelli estivi. Per ulteriori dettagli scarica la Relazione Finale dell’Atlante solare.